Pavimenti antitrauma in gomma colata, come funzionano?

La tecnica più redditizia per i risultati che produce e per le durata nel tempo che garantisce, quando si tratta di pavimenti antitrauma è quella della cosiddetta gomma colata, ormai di comune utilizzo in ogni settore nel quale viene richiesta una pavimentazione antishock a cominciare dai parchi gioco e dalle strutture frequentate dal pubblico.

I pavimenti di sicurezza in gomma colata presentano infatti notevoli vantaggi, a cominciare dalla protezione certificata in caso di caduta accidentale dei bambini e dalla durata nel tempo in quanto la tecnica che viene utilizzata dai produttori permette di conservare sempre ottime caratteristiche elastiche nel tempo.

Inoltre garantisce un’area sempre agibile da parte di tutti gli utilizzatori, anche i portatori di handicap, senza riserve dovute alle condizioni atmosferiche perché il manto in gomma colata steso per terra è una superficie permeabile e drenante, ma anche di grande efficacia antisdrucciolo e antiscivolo.

Inoltre le pavimentazioni antitrauma con questa tecnica sono sempre perfettamente lavabili e facili da pulire, garantendo quindi un livello qualitativo di igiene costante nel tempo, sono resistente a condizioni atmosferiche estreme di caldo, di freddo oltre che al fuoco, hanno una bassissima necessità di manutenzione da parte di chi deve gestire l’area interessata e infine permettono una vasta scelta di colorazioni e personalizzazioni, contribuendo così a creare un’area molto stimolante per la fantasia dei bambini, anche esteticamente accattivante per le famiglie.

La pavimentazione antishock in gomma colata può essere realizzate sia su superfici asfaltate che cementate con uno spessore minimo dai 6 ai 10 centimetri, anche su piani inclinati fino a 45 gradi. E in effetti il cemento o l’asfalto drenante sono considerati dai produttori e montatori i materiali che meglio si adattano ad essere ricoperti con questo tipo di pavimentazione.

Anche questo materiale risponde alle norme che regolano la materia, a cominciare dalla UNIEN 1177 e viene posato con una gettata unica per ottenere un risultato senza giunture che genera quindi una superficie piana e liscia, altamente insonorizzante. Ecco perché il suo utilizzo principale è nella realizzazione di parchi gioco collocati nei centri urbani oppure vicino a condomini.

Il materiale con il quale la pavimentazione antitrauma viene realizzata è atossico, deriva da materie prime riciclate e naturali ed è a sua volta riciclabile al termine del suo naturale utilizzo, è facilmente lavabile con un semplice getto d’acqua con pressione nemmeno troppo forte, non può essere spostato né rimosso e quindi consente di ammortizzarne i costi più a lungo negli anni, rappresentando quindi un investimento oculato.