Orologi in acciaio: come pulirli e perché, info utili e consigli

Se si ha un orologio in acciaio inox si è certi di avere un modello resistente e longevo, ma si dovrà anche curarne la manutenzione assicurandogli un’accurata pulizia di tanto in tanto. Anche se si tratta di un orologio vintage bisognerà mantenere quella patina di ‘vissuto’ che li caratterizza. Ma come si fa a pulire un orologio senza correre il rischio di danneggiarlo? Ecco un breve vademecum per apprendere qualche nozione in merito e saperne di più in modo da procedere senza sbagliare a una corretta pulizia del nostro orologio, altri utili consigli su www.sceltaorologi.it nella sezione sui vari tipi di orologi . L’orologio va pulito spesso perché, se portato costantemente al polso, viene a contatto ogni giorno con polvere, sporco, inquinamento, sudore e altri agenti aggressivi, anche atmosferici, che possono depositarsi sulla sua superficie e rovinarla a lungo andare. Ecco perché bisogna pulirlo per garantirgli vita lunga, soprattutto se si pensa di tramandarlo ai nostri figli.

Può anche capitare che durante l’uso quotidiano il quadrante possa graffiarsi, in questo caso se il graffio è importante si consiglia di rivolgersi a dei professionisti, ma se si tratta solo di graffietti o segni superficiali si può anche tentare di fare da soli. Vediamo come. Che sia Rolex o qualsiasi altro tipo di orologio in acciaio inox il primo consiglio è partire da una pulizia esterna, utilizzando panni specifici, facilmente reperibili in commercio anche online, già imbevuti di liquidi lucidanti per ridare smalto e togliere i segni dell’usura. In modelli in titanio si può usare un pennarello specifico che riempie il solco del graffio rendendolo invisibile. Se si preferiscono metodi di pulizia più naturali, può andar bene anche la classica soluzione di acqua e bicarbonato, ma attenzione a non bagnare troppo il panno da strofinare.

Si raccomanda sempre di pulire a parte quadrante e cinturino, dopo averli smontati, ponendo attenzione si può ripulire anche il vetrino da dentro con un apposito detergente, mentre per ripulire le maglie del cinturino può bastare un comune spazzolino da denti. Dopo aver ripulito pezzo per pezzo, si rimonta il tutto per una passata finale. Per la lucidatura si possono usare, anche in questo caso, prodotti specifici o naturali. In commercio è disponibile una speciale pasta lucidante, mentre chi ama i rimedi della nonna può provare con acqua e aceto, magari con l’aggiunta di qualche goccia di limone da far agire sulla superficie dell’orologio per un paio d’ore.